I medici dell’emergenza urgenza territoriale hanno contribuito in modo fattivo e determinante alla gestione della situazione COVID 19 in Liguria ma sono stati dimenticati dal Governo PD-5 stelle.
Infatti il Governo Nazionale, nei decreti legge Cura Italia e Decreto rilancio, non li ha inclusi nei beneficiari del premio in quanto è stato previsto solo per i dipendenti in senso stretto.
Regione Liguria  in questo momento non può prevedere stanziamenti economici essendo in regime ordinario, ma oggi in Giunta il Vicepresidente, Assessore alla sanità Sonia Viale si è  impegnata a individuare risorse specifiche al fine di consentire ai professionisti di avere il giusto riconoscimento.

“Un ringraziamento particolare a tutti i medici dell’emergenza  urgenza territoriale che sono stati esclusi dalla legge nazionale e che comunque a livello regionale intendiamo premiare per il lavoro svolto. Entro il mese di settembre, con la conclusione degli accordi sindacali aziendali, il personale a tempo indeterminato della sanità regionale riceverà il bonus ” – così dichiara l’Assessore alla Sanità della Regione Liguria Sonia Viale – ” il mio impegno anche nei confronti dei professionisti dell’emergenza urgenza territoriale non può mancare ed è stato sempre costante sia  per consentire loro lo svolgimento dei corsi per medici di medicina generale, sia per far venire meno ove possibile la precarietà dei loro incarichi. Oggi confermo questa attenzione perché Regione non si dimentica di loro.  Quindi dopo aver ascoltato le legittime richieste delle rappresentanze sindacali, la Regione Liguria si impegna a individuare risorse specifiche al fine di attribuire ai medici dell’emergenza territoriale un riconoscimento economico entro il corrente anno”.