Nella settimana di Ferragosto a Sanremo la Polizia Locale ha svolto una serie di controlli su tutto il territorio comunale.
L’attenzione è stata rivolta al rispetto delle misure prescritte per l’emergenza epidemiologica COVID-19 e a tutte le criticità tipiche della stagione: sicurezza della circolazione stradale, utilizzo regolare degli spazi comuni, rispetto delle regole nella somministrazione degli alcolici, ecc.
E’ stato denunciato per guida in stato di ebbrezza e patente ritirata un cittadino di origine marocchina che guidava con tasso alcolico oltre il limite consentito dalla legge (0,90 g/l). E’ stato eseguito un intervento su un altro marocchino che, in stato di evidente alterazione alcolica, molestava i passanti e fermava le auto davanti al Casinò. Accompagnato presso gli uffici del Comando veniva denunciato in quanto irregolare sul territorio dello Stato, sanzionato per lo stato di manifesta ubriachezza e sottoposto a ordine di allontanamento per 48 ore (daspo urbano).
In un controllo presso un pubblico esercizio del centro cittadino, frequentato da giovanissimi, si accertava che la titolare aveva servito alcol ad un minore di 18 anni, pertanto è stata contestata la violazione (da € 250 a € 1.000) e il verbale sarà trasmesso in Prefettura per un’eventuale sospensione della licenza.
Durante un posto di controllo nella zona di Villa Spinola sono state accertate: 8 violazioni ai veicoli a due ruote per silenziatori alterati (art.79 Cds), n. 1 per aver prodotto rumori molesti dal modo di guidare il veicolo (art.155 Cds), 2 per aver omesso l’uso della cintura di sicurezza (art.172 Cds) e n. 3 per mancanza dei
documenti di circolazione e di guida (art.180). Con il telelaser sono state accertate 9 violazioni per superamento dei limiti di velocità compresi tra i 10 km/h e i 40 km/h (art.142 Cds) , tra cui due neopatentati con raddoppio dei punti. Con il Velobox, collocati nei punti conosciuti, sono stati sanzionati 57 veicoli per il superamento della velocità con punte, per alcuni, di quasi 100 Km/h.
Intervento nell’area di Pian di Poma dove un gruppo di famiglie di nomadi di etnia rom (circa 40 persone), nazionalità italiana, si era accampato con roulotte e camper
occupando tutto il piazzale. Sono stati allontanati e a loro carico si procederà per le violazioni accertate.
Alcuni senza tetto sono stati identificati e allontanati. In particolare nel parco di villa
Nobel è stata sorpresa una persona che aveva montato un’amaca tra due alberi per dormire e passare la notte.
Sanzionati e applicato il “Daspo Urbano” a due pseudo artisti di strada che occupavano un’area pedonale di via Matteotti con cinque cani di grossa taglia, intralciando il transito dei passanti e lordando la pavimentazione pubblica. Quasi centro controlli agli esercizi commerciali e attività per il rispetto degli obblighi di prevenzione COVID 19, con l’accertamento di due sanzioni per mancato utilizzo delle mascherine.