Il direttore del dipartimento di Medicina molecolare dell’Università di Padova e virologo Andrea Crisanti a Rai Radio2, ha affermato: “Non riaprirei le discoteche. Perché dall’esperienza di Vo’ Euganeo sappiamo che sono principalmente i giovani che si infettano. Gli anziani sono più vulnerabili, ma quelli che si infettano di più e diffondono la malattia sono i giovani”.