Per gestire gli accessi alle spiagge libere in Liguria la Regione valuta tre ipotesi: la presenza di steward, l’affidamento a cooperative di giovani garantendo la fruizione a un costo di 50 centesimi per contribuire alle spese di controllo, alcuni Comuni potrebbe decidere di lasciarle totalmente pubbliche e controllarle con i vigili”. Lo ha detto a “Radio Capital” il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti: “Ci può essere un controllo pubblico, dato che uno steward può consigliare e dissuadere, ma non è un pubblico ufficiale che può chiudere una spiaggia”.