Dal 6 al 14 marzo il gruppo spontaneo bordigotto BordiWest organizza una mostra “a cielo aperto” per celebrare la festa della donna. Per festeggiare La Giornata internazionale della donna, i Bordiwest hanno deciso di esporre nelle vetrine aderenti all’iniziativa dei quadri raffiguranti figure femminili del pittore bordigotto Sergio Gagliolo.

Nato a Bordighera nel 1934, ha frequentato prima lo studio di Enzo Maiolino, poi ha continuato a perfezionare la sua tecnica presso l’Accademia diretta dal pittore Giuseppe Balbo in Bordighera; nel 1953 frequenta un corso di nudo presso l’Accademia di Brera a Milano. Le sue opere hanno incontrato subito i favori del pubblico ma, malgrado il successo raggiunto, il pittore ha dichiarato con fermezza: “Ho ancora tanto di imparare”

Il pittore si è dichiarato entusiasta della soluzione adottata per esporre le sue opere che permette, a tutti coloro che passeggiano per Via Vittorio Emanuele, di ammirare in tutta tranquillità i quadri approfittando dell’allungamento delle giornate e dell’aumento della temperatura.

I quadri di Gagliolo scelti per l’occasione sono prevalentemente nudi femminili, realizzati nel suo inconfondibile stile personale dove la visione realistica della figura ritratta si dissolve lentamente nei puri tratti materici delle pennellate, restituendo una visione della donna idealizzata; la molteplicità dei tratti esprime alla perfezione la natura multiforme dell’identità femminile in tutte le sue sfaccettature e contraddittorietà.

Il pittore schivo non ha voluto offrire commenti sulle sue opere “Preferisco che sia l’osservatore, in tutta libertà, ad esprimere un giudizio sui miei quadri”, emozionato dall’accoglienza entusiasta ricevuta dal gruppo che ha addirittura anticipato di un giorno l’esposizione, impaziente di esporre l’opera di un artista che costituisce un vanto della nostra città.