Erano in due gli extracomunitari che ieri hanno aggredito,almeno uno sicuramente,una bambina di 10 anni in via Cavour a Ventimiglia poco prima delle 20. Un 28 enne irregolare che ora si trova in carcere visti i gravi indizi di colpevolezza a suo carico mentre il compare è ancora in fuga lo cercano i Carabinieri. A quanto ricostruito la bambina è scesa dall’auto in compagnia di un sedicenne quando si sono avvicinati i due extracomunitari e si è consumato il palpeggiamento ( violenza) ai danni della bimba. Uno dei due è stato subito identificato grazie alle descrizioni e alla presenza dei genitori della piccola che stavano posteggiando l’auto.

Il sindaco Scullino ha commentato la vicenda

Sull’arresto il sindaco Scullino si complimenta con le forze dell’ordine per l’alta professionalità e celerità dimostrata. Un fatto di gravità inaudita che non poteva rimanere senza sviluppi immediati. Aspetteremo per i giudizi definitivi che la magistratura faccia il suo lavoro, rispettiamo il dolore e la privacy della famiglia della bambina.
Dopo essere stato minacciato e insultato da migliaia di persone, senza senso e con motivazioni false, sui social e per aver spostato una fontana di 6 metri, adesso aspetto che le stesse persone si esprimano, scusandosi,su questi fatti di una gravità inaudita, questi si! Non sono razzista ma che persone arrivate a Pantelleria qualche giorno fa, ora siano coinvolte nei tragici e violenti fatti accaduti in questi giorni a Ventimiglia, lasciando il giudizio finale al termine dei processi che saranno avviati, dovrebbe far pensare molto. Non facciamo di tutta l’erba un fascio ma meditiamo molto.