Nel pomeriggio di ieri a Imperia due agenti della Squadra Volante hanno fermato due giovani trovati in possesso di sostanza stupefacente.
Verso le 17.30, in via Vecchia Piemonte, hanno notato un ragazzo che attirava la loro attenzione per i precedenti di polizia a carico, tra cui estorsione, furto, resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale.
A fronte del nervosismo e dell’insofferenza che il ragazzo, 27enne nato in Campania ma residente ad Imperia, ha mostrato nei loro confronti, i poliziotti hanno deciso di procedere ad un controllo rinvenendo sul retro dell’orologio portato al polso dello stesso circa un grammo di hashish.
Il giovane ha consegnato la sostanza agli agenti affermando che la deteneva ad uso esclusivamente personale. Dopo il sequestro, gli agenti hanno segnalato il fermato alla Prefettura per la procedura di contestazione dell’illecito amministrativo.
Successivamente, gli agenti si sono spostati in via Costanzo e si sono avvicinati ad un gruppo di ragazzi intento a bere alcolici.
Alcuni del gruppo sono stati subito notati dai poliziotti in ragione dei loro precedenti. In particolare 4 di loro di cui uno – classe 1999 – con trascorsi di polizia per furto, spaccio, resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale, oltre ad un obbligo di firma disposto dall’Autorità Giudiziaria, un altro – del 2000 – con precedenti quali rapina, furto, lesioni personali, possesso ingiustificato di oggetti atti ad offendere e danneggiamento, un altro ancora con pregiudizi per danneggiamento, deturpamento, imbrattamento aggravato e furto ed infine il quarto – di 28 anni – con una sospensione della patente per guida in stato di ebbrezza.
Proprio quest’ultimo, mentre gli operatori parlavano e controllavano gli altri del gruppo, cercando di non farsi vedere ha lasciato cadere a terra una confezione in cellophane e stava per calciarla sotto l’auto di servizio.
I suoi gesti sono stati tuttavia osservati dai poliziotti che subito hanno recuperato la bustina a terra rinvenendo all’interno 3 palline di hashish del peso complessivo di 1,47 grammi.
Anche in questo caso la sostanza veniva sequestrata e il soggetto segnalato in Prefettura per la sanzione amministrativa.