Un ordinanza che fa discutere quella emessa per 30 giorni dal sindaco di Pieve di Teco Alessandri che ha vietato la vendita e la somministrazione di alcolici in un area determinata del centro cittadino a seguito di numerose segnalazioni e testimonianze di episodi indecorosi avvenuti negli scorsi mesi in particolare in un locale della zona, addirittura un uomo sarebbe stato visto correre nudo sotto i portici del centro storico, ecco le parole del sindaco

“La tua libertà finisce esattamente dove inizia la mia”

Questo semplice principio che già da bambino mi ha insegnato mio nonno ha sempre ispirato il mio modo di operare; come uomo pubblico l’ho applicato anche nel firmare l’ordinanza che regolerà straordinariamente la vendita e somministrazione di alcolici nei prossimi 30 giorni a Pieve di Teco.

Gli incresciosi fatti accaduti nelle settimane scorse, culminati con la rissa notturna tra il 4 e 5 giugno, non pemettono ulteriore tolleranza.

Sono profondamente dispiaciuto se qualcuno sarà limitato nel suo operare, ma la tutela della pubblica incolumità viene prima degli interessi commerciali.

Mi auguro la collaborazione da parte della popolazione intera nel contribuire a normalizzare al più presto la situazione e permettere di revocare e non reiterare il provvedimento che trovate qui di seguito in tutte le 8 pagine le compongono.

il Sindaco