Attività interforze quest’oggi a Diano Castello, che ha consentito la restituzione di un’ampia area demaniale.
Nel corso di appositi controlli congiunti fra Polizia Municipale di Diano Castello Carabinieri e Guardia Costiera, lungo gli argini del Torrente San Pietro, al fine di controlli ambientali sono stati riscontrati ingenti quantitativi di rifiuti abbandonati come auto, camion, ciclomotori, un gruppo elettrogeno oltre che due carrelli con natanti in vetroresina che, oltre a rendere indecoroso il paesaggio costiero, rappresentava una seria minaccia sia per il predetto torrente che per il mare in quanto privi di ogni sistema di contenimento. La Ditta incaricata dal Comune di Diano Castello e coordinata dall’attenta vigilanza delle Forze di Polizia interessate dall’intervento, ha proceduto alla raccolta dei rifiuti e al relativo trasporto come previsto dal Decreto Legislativo 152/2006 Testo unico dell’ambiente.
Per tutto ciò, si consiglia tutti i cittadini a smaltire i rifiuti come previsto, per non incorrere in sanzioni amministrative e penali in quanto fonti di rischio per l’ambiente, deturpamento di bellezze naturali e occupazione illecita si invita altresì tutta la cittadinanza di collaborare con gli enti preposti alla sorveglianza del territorio segnalando la presenza di ogni genere di materiale abbandonato o eventuali comportamenti ostili verso l’ambiente.