80% di raccolta differenziata negli ultimi 12 mesi, contro il circa 50% di media dei comuni liguri.
500.000 Kg di rifiuti totali prodotti in meno rispetto ai 12 mesi precedenti e ben 700.000 Kg in meno di rifiuti indifferenziati smaltiti nella discarica provinciale.
Questi, in anteprima, i numeri ufficiali dell’eccezionale performance del piccolo ma determinato Comune della Riviera dei Fiori, candidato ormai ad essere annoverato nella elite dei cosiddetti Comuni Ricicloni.
“Dopo un anno dall’inizio del nuovo servizio di raccolta differenziata – racconta il Sindaco di Riva Ligure Giorgio Giuffra – abbiamo deciso di fare il punto della situazione con i protagonisti, ovvero i cittadini. Per questo, abbiamo indetto un incontro, aperto a tutti, per condividere gli ottimi risultati ottenuti ed, in qualche modo, ringraziarli e complimentarci con loro. Si parla di oltre l’80% di raccolta differenziata. Tonnellate di carta, plastica, metalli e organico sottratti alla discarica e portati al recupero. Un importante risultato non solo per il Comune ma anche e soprattutto per l’ambiente”.
“E’ un importante risultato anche per i giovani che hanno potuto partecipare alle lezioni a scuola, usufruire delle agevolazioni e soprattutto fare davvero qualcosa per il loro territorio”, conclude il direttore del centro di formazione Pastore di Imperia Mario Casella, che, insieme alla biologa Monica Previati e all’intero corpo docente delle scuole di Riva Ligure, ha contribuito all’ottenimento della prestigiosa Bandiera Verde.
“Vorremmo quindi che tutti i cittadini partecipassero all’incontro – conclude il Direttore di Amaie Energia e Servizi Giorgio Prato – che si terrà stasera, alle ore 18, presso la Sala Consiliare del Comune di Riva Ligure. Oltre a fare un riassunto di questo anno di successi, oltre a rispondere ai dubbi della raccolta per poterla effettuare al meglio, parleremo delle novità e di un progetto sperimentale di tariffazione”.
Si preannunciano, quindi, ulteriori innovazioni nel sistema di raccolta. Già in passato l’Amministrazione aveva apportato miglioramenti, come l’estensione domenicale del servizio di raccolta in Estate e l’introduzione di un distributore automatico di sacchetti presso il municipio. Ora si vuole andare incontro alle linee di indirizzo nazionali che prediligono la tariffazione puntuale (basata sul principio che chi più produce più paga la parte variabile della tariffa) rispetto all’attuale TARI, basata principalmente sui metri quadrati dell’immobile.
I dettagli dell’applicazione sperimentale della tariffazione e delle iniziative di incentivo ai corretti comportamenti ambientali saranno presentati durante la conferenza di stasera, primo giorno della bella stagione e, come recita lo slogan, “inizio di una nuova primavera”.