Giuseppe Lombardo, Procuratore aggiunto di Reggio Calabria, ha depositato un’ordinanza in Tribunale con cui riqualifica il capo d’imputazione contestato all’ex Ministro dell’Interno ed ora sindaco di Imperia, Claudio Scajola, ed a Chiara Rizzo, ex moglie di Amedeo Matacena, latitante a Dubai. Inizialmente era contestato il reato di procurata inosservanza della pena per avere favorito la fuga di Matacena. Ora il pm Lombardo contesta “di avere agevolato un’associazione segreta collegata all’associazione di tipo mafioso ed armata ‘ndrangheta da rapporto di interrelazione biunivoca, destinata ad estendere le potenzialità operative del sodalizio di tipo mafioso in campo nazionale ed internazionale”.