Celle Ligure-Ospedaletti 0-2
Ancora una vittoria importante che consente agli orange di allungare in classifica. Nella sfida in casa del Celle, l’Ospedaletti sfodera sagacia tattica contro una squadra ostica, schierata in difesa del proprio estremo difensore.
Il vento a favore dei ragazzi di mister Carlet, nel primo tempo, non permette agli avversari di creare occasioni da rete. In realtà non andrà meglio nel secondo tempo, con Frenna che praticamente non vede un pallone centrare lo specchio della porta.
La pazienza dell’Ospedaletti viene ripagata con l’entrata determinante di Fabio Sturaro, il quale finalmente torna a calcare il campo per uno spezzone di gara, dopo cinque partita viste dalla panchina, facendo subito la differenza. E’ la sua azione a sbloccare il risultato: imprendibile falcata sulla destra, Sturaro serve dalla linea di fondo una palla a centro area, dritta sul destro di Alasia che fa un gran gol tenendo la palla bassa e spedendola nell’angolino.
Mutato il tabellino, il Celle cambia assetto e si scopre sbilanciandosi in avanti. Fatto che costa il contropiede orange. Miceli, dalla tre quadri, vede il portiere fuori dai pali e lo beffa con una palla lunga sotto la traversa.
Domenica dopo domenica, l’Ospedaletti cresce non solo in classifica ma anche da un punto di vista tattico, grazie alla guida innovativa del tecnico Alan Carlet. “Il campionato è ancora lungo ma le premesse ci sono”, commentano dallo staff del Ospedaletti Calcio.

La formazione di mister Carlet: Frenna tra i pali, Negro Alessio, Fici, Schillaci, Ambesi, Negro Andrea, Alasia, Cadenazzi, Scappatura, Miceli, Espinal
Pronti per subentrare: Eremita, Moraglia, Artioli, Gambacorta, Rinaldi, Sturaro Fabio, Lamperti Paolo e Rossi Diego
Sostituzioni (tutte nel secondo tempo): Scappatura lascia il posto al suo compagno Artioli al nono del secondo tempo, Sturaro subentra su Cadenazzi, Gambacorta in sostituzione di Espinal e Moraglia per Schillaci
Ammoniti: 3

L’undici schierato dagli avversari è il tecnico Massimiliano Ghione: Provato, Giguet, Vanoli, Orcino, Bonandino, Suetta, Piombo, Alo, Sofia, Pescio e Damonte
In panchina: Ottonello, Cosentino, Crovella, Doci, Rossi, Piombo, Apicella, Certoma, Casali
Sostituzioni (nel secondo tempo): il primo cambio è tra Crovella e Vanoli, Certoma per Pescio e il numero 15 Rossi entra per Sofia
Direttore di gara: Filippo Spigno
Assistenti: Davide Musante, Luca Nigro