La Croce Azzurra di Vallecrosia ha costituito all’interno del proprio organico un gruppo di “Operatori Grandi
Eventi” ovvero gli Steward.
“Lo Steward – spiega Matteo Amato, Direttore della Croce Azzurra – è una figura professionale inserita nel nostro ordinamento già nel 2007 con un apposito Decreto Ministeriale che ne prevedeva l’impiego solo all’interno degli Stadi con capienza superiore ai 7500 spettatori”.
Oggi, in seguito alla Direttiva Gabrielli in materia di “Safety e Security” datata 7 Giugno 2017, ovvero dopo i tragici eventi di Torino, la figura professionale dello Steward è necessaria in tutti gli eventi pubblici che
rispondano a determinati criteri appurati con appositi sopralluoghi preventivi e mirati dei luoghi interessati dalle manifestazioni, al fine di individuarne le vulnerabilità, ovvero i punti critici da salvaguardare con misure aggiuntive.
L’autorizzazione ad operare come Steward è rilasciata dalla Prefettura di competenza previo percorso didattico che prevede una formazione su Primo Soccorso Avanzato e rianimazione Cardio-Polmonare, Lotta al Rischio Incendi ed una didattica di ordine giuridico, tecnico, psicologico-sociale oltre che di ordine pubblico e sicurezza.
L’impiego degli Steward nei pubblici eventi e quindi l’autorizzazione ad operare come incaricati di pubblico servizio all’interno delle manifestazioni pubbliche, sarà effettuato sulla base di un piano approvato dal Gruppo Operativo di Sicurezza (G.O.S.), redatto e presentato dal Delegato della Sicurezza degli enti locali interessati e/o dell’ente organizzatore dell’evento.
Il nostro obiettivo, continua Amato, è quello di offrire un servizio di assistenza a 360° in sinergia con le altre
associazioni di Protezione Civile ed Anti-Incendio Boschivo ed il collaborazione con Forze dell’ordine e Vigili
del Fuoco.