Don Carmelo Licciardello, 45enne parroco di Dolcedo, è stato condannato in primo grado a 2 anni di carcere e 300 euro di multa per appropriazione indebita. Il sacerdote era accusato di avere, tra il 2011 ed il luglio 2015 raggirato a Ceriale una parrocchiana di oltre 90 anni, aprendo un conto cointestato dove la donna aveva poi versato 94 mila euro.
La Finanza aveva verificato che alla donna erano stati sottratti circa 70 mila euro, senza conteggiare il movimento in denaro contante.