Presentate questa mattina, nella sala della trasparenza di Regione Liguria, la 55esima edizione del Festival Internazionale di Musica da Camera e della 5^ edizione di Cervo Ti Strega (in collaborazione con la Fondazione Bellonci organizzatrice del Premio Letterario Strega). Diciassette gli appuntamenti musicali del Festival, con un ricco calendario di eventi in programma dal 14 luglio al 29 agosto. Venerdì 22 giugno il primo evento di “Cervo ti Strega”: il borgo ospiterà i cinque finalisti del prestigioso premio letterario.

“Pieno sostegno – ha detto l’assessore regionale alla Cultura Ilaria Cavo durante la conferenza stampa – da parte della Regione Liguria, che anche quest’anno inserirà il Festival di musica da camera e il Cervo ti Strega nella campagna promozionale #lamialiguria. Siamo particolarmente soddisfatti che il Festival, su nostro input, sia stato capace negli anni di fare rete con altri eventi del territorio, come il Festival di Borgio Verezzi e quello di Carro, delle Cinque Terre e di Levanto, oltreché stringere una collaborazione importante, a livello internazionale, con il Festival di Zurigo. Inoltre, anche quest’anno Il Festival si arricchisce della sinergia con il Teatro Carlo Felice che, grazie alla collaborazione con Cervo, regionalizza la propria stagione. Infine, è decisamente molto positivo il coinvolgimento delle scuole con una presenza forte di ragazzi nel Cervo Ti strega, evento grazie al quale gli allievi degli istituti superiori del comprensorio avranno la possibilità di fare parte della giuria nazionale del Premio letterario”. “Presentare l’edizione numero 55 del Festival – ha commentato l’assessore regionale al Turismo Gianni Berrino – è una sfida vinta per il borgo, tra i più belli non solo d’Italia ma d’Europa. Un mix perfetto tra paesaggio e cultura che rappresenta un valore aggiunto alla stagione turistica estiva del Ponente ligure. I numeri delle presenze crescono ogni anno e ciò dimostra come il pubblico degli appassionati non solo si sia consolidato, ma aumenti, stagione dopo stagione, attraendo turisti che vogliano trascorrere una serata tra note musicali, in una cornice paesaggistica unica, sospesa tra uliveti e mare, in un mix vincente di paesaggio e cultura”.

Stefano Bollani apre il 55º Festival di Musica da Camera di Cervo. Un inizio col botto!
Que Bom è il nuovo progetto nato dal grande amore per le sonorità brasiliane realizzato interamente nel cuore di Rio, fatto di brani inediti e originali e che sarà l’attesissimo disco dell’estate 2018.

Cervo regala da più di un secolo Arte di altissima qualità: e allora di nuovo via alla grande musica sotto le stelle, in uno scenario naturale di impareggiabile fascino, un palcoscenico “magico” , ambito e calcato dai più grandi musicisti della nostra epoca.

L’estate musicale di Cervo propone quest’anno diciassette appuntamenti tra il 14 luglio e il 29 agosto 2018: un ricco cartellone fatto di eventi di gusto e natura differenti, dai concerti del tradizionale repertorio cameristico agli spettacoli “cross over” dedicati a generi variegati e alle rappresentazioni teatrali, che prenderanno vita sui “palcoscenici” di Cervo: il Sagrato dei Corallini e il Parco naturalistico del Ciapà. Poi, anche in questa edizione, un concerto nella Chiesa di San Giovanni Battista (17 luglio) che avrà come protagonista Giorgio Revelli, interprete all’organo, al clavicembalo e al virginale.
E a proposito di magici palcoscenici, grande novità di quest’anno, il concerto del 12 agosto con Luca Magariello (violoncello) e Cecilia Novarino (pianoforte) – in collaborazione con Amfiteatrof Festival – che si svolgerà a Seborga, nella suggestiva Piazza San Martino.

Con l’appuntamento del 17 luglio iniziano dunque le esecuzioni dei grandi interpreti della musica classica e dei giovani talenti emergenti, già riconosciuti a livello internazionale. Torna, nell’ambito delle “Giornate Géza Anda” (20-21-22-23 luglio), Pietro De Maria – resident artist a Cervo per il triennio 2018-2020 – cui si unirà il vincitore del Concorso Pianistico Geza Anda 2018 per due recital pianistici e una Masterclass; e arriva un ospite d’eccezione, l’altrettanto celebre violoncellista Mario Brunello, in duo con Ivano Battiston alla fisarmonica, con un repertorio che spazia dal barocco all’epoca contemporanea. Poi i pianisti Federico Colli e Jeung Beun Sohn, Vincitore 1° Premio Assoluto ARD Music Competition Munchen 2017.

Si rinnova l’intesa con la Fondazione Teatro Carlo Felice di Genova, con l’idea di stabilire una stimolante sinergia tra le realtà culturali della regione e di valorizzare le eccellenze musicali del territorio: Il concerto
del 1 agosto con il Quintetto di Fiati del teatro genovese vuole essere la sigla di questa rinnovata collaborazione e di questa “rete” virtuosa tra istituzioni “produttrici” di cultura.
Un nuovo progetto, avviato per il triennio 2018-2020 con la Fondazione, prevede la realizzazione di un ciclo di concerti il cui fil rouge tematico sarà l’esecuzione di fantasie, parafrasi e trascrizioni per formazioni cameristiche di alcune tra le più celebri pagine del repertorio operistico.

Oltre a Bollani, arricchiscono il cartellone altri eclettici interpreti del jazz, a partire da Fabrizio Bosso, che torna a Cervo dopo due anni con il pianista Julian Oliver Mazzariello ; e ancora interpreti d’eccezione legati alle contaminazioni e alla musica popolare, come il Trio Servillo Girotto Mangalavite (voce, sax e pianoforte) e Vincenzo Zitello , che suonerà due arpe differenti della tradizione gaelica.

Completano il settore “classico” tante formazioni ed ensemble, alcuni più tradizionali (il Philharmonic String Quintet Berlin, con i solisti dei Berliner Philarmoniker e Roberto Issoglio al pianoforte), il Trio Marie Claudine Papadopoulos (violino) Alexandre Vay (violoncello), Dimitri Papadopoulos (pianoforte), il Kelemen Quartet, ensemble ungherese vincitore, nel 2014 , del prestigioso Concorso Borciani.
Torna infine, dopo alcuni anni di assenza, il duo voce-pianoforte, protagonista il soprano Daria Masiero accompagnata da Gisella Dapueto, con un repertorio legato alla liederistica romantica e all’opera lirica.

Per il teatro, da sottolineare la nuova collaborazione con il Festival di Borgio Verezzi, siglata dallo spettacolo del 3 agosto La leggenda di Moby Dick, con regia, testo e musiche – realizzate dal vivo – di Igor Chierici.

Nella rete delle consolidate collaborazioni con istituzioni musicali nazionali e internazionali – Fondazione Concorso Pianistico Internazionale “Geza Anda” di Zurigo, Fondazione Teatro Carlo Felice di Genova – si rinnova quella con il Festival Paganiniano di Carro – tramite la prestigiosa Società dei Concerti di La Spezia – che prevede il concerto con i solisti dei Berliner, quella con il Festival Amfiteatrof di Levanto (oltre al concerto Magariello/Novarino, Federico Colli e il Kelemen Quartet), quella con il Festival delle Cinque Terre (concerto Brunello/Battiston).

Una “regionalizzazione” che vuole valorizzare – anche e soprattutto attraverso la cultura – il nostro territorio, dalla Provincia di Imperia fino alla provincia di La Spezia.

Avviata, infine, la collaborazione con le Scuole Secondarie di primo grado ad indirizzo musicale della Provincia di Imperia, che effettueranno un laboratorio sul Festival grazie al partenariato dell’Associazione “Cumpagnia du Servu” di Cervo: l’intento è quello di valorizzare e sostenere il pubblico del futuro.
I giovani dell’Associazione “San Giorgio Musica” di Cervo accoglieranno invece il pubblico esponendo le guide all’ascolto della serata ed intervisteranno gli artisti prima dei concerti.