Stamani in tribunale a Imperia il pm Grazia Pradella ha chiesto una condanna a 6 anni e 6 mesi di reclusione per dottoressa Simona Del Vecchio, ex dirigente di medicina legale dell’Asl 1 imperiese, con l’accusa di reati di falso, truffa e peculato. Nel mirino ci sono 46 certificati su salme che non sarebbero mai state viste. La Del Vecchio avrebbe compilato referti in bianco, senza presentarsi quando c’era da effettuare una ricognizione per morti naturali o in caso di esami necroscopici. Gli investigatori della Finanza l’avrebbero sorpresa a fare la spesa o altre commissioni sull’auto di servizio. L’Asl 1 imperiese ha formulato una richiesta risarcitoria di oltre 153 mila euro.