Il Casinò di Sanremo festeggia la Classicissima di Primavera con due eventi prestigiosi, inseriti nella rassegna “I Martedì Letterari” sotto l’egida del ”2018 European Year of Cultural Heritage”.
Venerdì 16 marzo 2018, alle ore 18.00, in collaborazione con Azione cattolica italiana – Diocesi di Ventimiglia San Remo – “Bartali Giusto tra le Nazioni“, Paolo Reineri presenta il libro: ”A colpi di Pedali. La straordinaria storia di Gino Bartali” (Ave). Partecipa Gioia Bartali.
Alle ore 17.30 nel foyer di Porta teatro verrà inaugurata l’esposizione, creata in collaborazione con @AcdBMuseo e @MuseoGhisallo (dalle collezioni private di Gianfranco Trevisan e Giovanni Meazzo) e con la collezione privata On the Bicycle appartenente a Beatrice Cozzi Parodi, presidente dell’omonimo Gruppo : Sulla Ruota dei ricordi … Campionissimi al Casinò dI Sanremo. Si potranno ammirare modelli davvero unici che ricorderanno pagine gloriose della storia del Ciclismo italiano quando Coppi e Bartali correvano all’ultimo fiato, uno contro l’altro, per poi passarsi la boraccia dell’acqua. Verranno esposte, tra le altre, le storiche biciclette di Coppi e Bartali del 1949, la bicicletta di Antonio Maspes , re del Vigorelli, datata 1958, una “Gloria” del 1948, una Bianchi degli Anni 40.
“Siamo molto orgogliosi di essere presenti con alcuni esemplari della collezione On the bicycle ad una mostra dedicata ad alcuni campionissimi del ciclismo. “ Sottolinea la Presidente del gruppo Cozzi Parodi Dott.sa Beatrice Parodi- ”Ci tengo a ringraziare il Casinò di Sanremo per averci coinvolto in questa iniziativa culturale, nella quale tutti i visitatori della mostra potranno ammirare esemplari ricchi di storia in una città come Sanremo dove il ciclismo e la bicicletta rappresentano un importante binomio per la nostra realtà, grazie alla presenza della pista ciclabile e all’imminente classicissima Milano-Sanremo. “
“ Il Casinò di Sanremo si unisce idealmente alla Classicissima di Primavera, con due prestigiosi Musei della Bicicletta e la collezione Cozzi Parodi, creando un momento culturale, dove le componenti sportive, storiche, turistiche e sociali si fondono.” Afferma il Cons. Olmo Romeo, Vicepresidente di Federgioco- “ Partecipamo in questo modo a Sanremo città internazionale dello Sport, esaltando i grandi valori che eternano nel tempo gli atleti, quando la loro grande capacità tecnica si unisce al sano agonismo e alla valorizzazione della persona. Ricordiamo con questa esposizione un periodo storico di grande idealità sportiva che nella figura di Bartali, Giusto tra le Nazioni, si proietta in una dimensione sovranazionale. Ringraziamo tutti coloro che hanno collaborato alla realizzazione di questo evento, dall’Azione Cattolica,alle famiglie dei grandi ed indimenticati campioni, alla dott.sa Beatrice Parodi, al Museo della Bicicletta di Alessandria e del Ghisallo, con cui si è creato una sinergia destinata a durare nel tempo.”
Gian Paolo Coscia, Presidente della Camera di Commercio di Alessandria afferma
“Da Alessandria Città delle Biciclette a Sanremo c’è un entusiasmo nuovo anzi antico sulla rotta di tante biciclette trainate idealmente da quelle dei grandi campioni che hanno fatto la storia del ciclismo e della classicissima di primavera. La rete dei musei di cui il nostro museo AcdB e’ recente appassionato interprete tesse storie che meritano di essere conosciute nella nostra bella Italia e soprattutto nei luoghi che amano da sempre il ciclismo e il suo racconto. Grazie agli amici del Casinó di Sanremo per questa bella occasione e grazie ai collezionisti legati al museo di Alessandria, al Ghisallo e alla collezione On the bicycle che insieme con le famiglie dei campionissimi ci regalano ancora belle emozioni.”

Partecipa all’esposizione la Maison Daphè, con l’elegante ed originale foulard dedicato a Sanremo Città Europea dello sport, in cui si evince la grande tradizione ciclistica del territorio.
Il programma:

Venerdì 16 marzo 2018 ore 18.00
in collaborazione con Azione cattolica italiana – Diocesi di Ventimiglia San Remo
Bartali Giusto tra le Nazioni
Paolo Reineri presenta il libro:
”A colpi di Pedali
La straordinaria storia di Gino Bartali” (Ave)
Partecipa Gioia Bartali.
In collaborazione con @AcdBMuseo e @MuseoGhisallo (dalle collezioni private di Gianfranco Trevisan e Giovanni Meazzo) e con la collezione privata On the Bicycle appartenente a Beatrice Cozzi Parodi, presidente dell’omonimo Gruppo: SULLA RUOTA DEI RICORDI … CAMPIONISSIMI AL CASINÒ DI SANREMO
L’esposizione rimarrà nel foyer di Porta teatro dal 16 al 27 Marzo 2018.
Inaugurazione il 17 marzo 2018 ore 17.30.

ACDB ( alessandria città delle Bicicclette Museo) E LE SUE STORIE DI BICICLETTE
Ci sono biciclette che sono entrate nella storia e nel racconto di essa, per aver rivaleggiato una accanto all’altra, con coraggio e con passione sulle strade del grande ciclismo.
Nell’ampio panorama di queste specialissime biciclette, che è infinito e affascinante allo stesso tempo, ce ne sono due in particolare che hanno fatto la storia di un anno agonistico rimasto negli annali per tanti motivi. Parliamo del 1949. Con l’epilogo emozionante di un’edizione fantastica del Tour de France che ha sancito un primo e un secondo posto dei due più famosi rivali a due ruote di tutti i tempi, nell’ordine: Fausto Coppi e Gino Bartali.
Prima e seconda sul podio della Grande Boucle di quell’anno, sono salite idealmente anche loro le due biciclette dei campioni indimenticabili, pezzi da novanta, che ora sono eccezionalmente insieme in mostra, in compagnia di una originale Maino che fu di Costante Girardengo.
L’evento è un tributo ai campioni della Milano–Sanremo, la classicissima di primavera che una volta sanciva l’apertura della stagione mondiale del ciclismo. L’omaggio è l’emozione di rivederle insieme, una accanto all’altra a salutare il modello Maino che corse spinto dal grande Gira.
Eccole: una Bianchi Corsa Simplex usata nel 1949, con cui Fausto Coppi vinse tutto (anche la Sanremo) in quell’anno, soprattutto con cui realizzò l’accoppiata Giro-Tour, con la fuga epica nella tappa Cuneo-Pinerolo (fuga che gli meritò il titolo di “uomo solo al comando”), un telaio che porta ancora i segni forse proprio quelli della caduta del Campionissimo nella tappa Rouen-Saint Malò al Tour… e, rigorosamente a ruota, la Santa Maria tubazione Libellula di Gino Bartali, modello Cervino, una quattro rapporti, molto amata dal campione toscano, seconda nella fatidica accoppiata Giro-Tour del ’49.
Entrambe le biciclette appartengono alla collezione di Gianfranco Trevisan, amico e prestatore di AcdB e del Museo del Ghisallo, che ha accettato di mettere in rassegna questi gioielli, capaci di celebrare il mese della Milano – Sanremo

A completare il quadro di questa rassegna in omaggio ai protagonisti della Milano Sanremo, c’è la bicicletta del primo campionissimo Costante Girardengo, una Maino, con cui Gira vinse il Campionato Italiano e la Granfondo del 1913, ritrovata nel vecchio negozio “Maino” ad Alessandria, rilevato nel 1957 da Giovanni Meazzo e da lui stesso restaurata
E siccome senza la compagnia una maglia le bici di questi campionissimi che hanno contribuito a rendere grande la Milano – Sanremo non ci potevano stare, ecco che dal Museo del Ciclismo Madonna del Ghisallo di Magreglio, gemellato con AcdB, arriva quella speciale iridata indossata dal cannibale Eddy Merckx con la quale vinse nel 1975 la sua sesta Classicissima di Primavera eguagliando il record di Girardengo. Questo importante cimelio, Maglia di Campione del Mondo Molteni Campagnolo , di Eddy Merckx, è un prestito al Ghisallo di Rossana e Roberto Albani.

Aspettando la Milano Sanremo 2018, AcdB segnala che mercoledì 14 marzo 2018, alle ore 16,30 ad Alessandria davanti al Museo di Palazzo del Monferrato si terrà la LA PUNZONATURA DELLA GRAN CORSA DI PRIMAVERA DA MILANO A SANREMO. In occasione della partenza della ciclostorica che ripercorre su bici d’epoca la storia della Classicissima di Primavera iniziata 111 anni fa, davanti all’ingresso principale del Museo AcdB, ad Alessandria per il terzo anno consecutivo si terrà la punzonatura della Gran Corsa Retrò Cycling organizzata dalla Associazione LCA. L’evento sarà anche pretesto ciclostorico per gli appassionati del genere retrò del rifondato CVA (Circolo Velocipedisti Alessandrino) per dare il via alla nuova campagna tesseramenti aperta anche in nuovi punti dell’Alessandrino. I grancorsini arriveranno a Sanremo nel primo pomeriggio di sabato 17 marzo, e dopo essere transitati sul traguardo della corsa faranno visita alla Mostra allestita nel Foyer del Casinò.

Il Casinò di Sanremo festeggia :” 2018 European Year of cultural Heritage” “Anno del patrimonio culturale internazionale”
Inseriti “I Martedi’ Letterari” e il premio “Cento Anni da Qui” .

2018 anno dell’Heritage internazionale. Hanno ottenuto l’inclusione, il prestigioso patrocinio con utilizzo del logo “i Martedì Letterari” del Casinò di Sanremo e il Premio “Casinò di Sanremo-Confindustria Imperia – Cento Anni da Qui”.

Prestigioso riconoscimento per l’impegno e la tradizione culturale del Casinò di Sanremo. i “Martedì Letterari”, che hanno raggiunto i novant’anni di attività, con gli eventi culturali connessi e il premio “Casinò di Sanremo-Confindustria Imperia – Cento Anni da Qui”, patrocinato dall’Omi-Dipartimento Cultura dell’Università di Verona sono stati inseriti nell’ambito degli eventi 2018 Anno Internazionale del Patrimonio Culturale “Heritage”. L’inclusione prevede la fruizione dell’esclusivo logo e l’introduzione di tutte le iniziative collegate nel sito dedicato, curato dal Ministero dei beni Culturali e dalla Comunità Europea. La partecipazione all’Anno europeo implica la possibilità di usare lo slogan ufficiale europeo “Il nostro patrimonio: dove il passato incontra il futuro.