Eccezionalmente di lunedì il 12 marzo Dacia Maraini sarà nel Teatro dell’opera alle ore 16.30 per parlare del suo ultimo libro.” Tre Donne. Una storia d’amore e disamore”. (Rizzoli) Partecipa lo storico Matteo Moraglia. L’incontro è inserito nel piano di Formazione dei Docenti.
Ogni donna è una voce, uno sguardo, una sensibilità unica e irripetibile. Lo sono anche Gesuina, Maria e Lori, una nonna, una madre e una figlia forzate dalle circostanze a convivere in una casa stregata dall’assenza prolungata di un uomo. Tanto Gesuina, più di sessant’anni e un’instancabile curiosità per il gioco dell’amore, è aperta e in ascolto del mondo, quanto Maria, sua figlia, vorrebbe fuggire la realtà, gli occhi persi tra le carte di traduttrice e i sentimenti rarefatti rivolti a un altrove lontano. Il ponte tra questi due universi paralleli è Lori, sedici anni fatti di confusione e rivolta, che del cuore conosce solo il ritmo istintivo dell’adolescenza. Ma il fragile equilibrio che regola la quotidianità di queste tre generazioni è destinato a incrinarsi quando un uomo irrompe nelle loro vite, e ristabilirne uno nuovo significherà abbandonarsi alla forma più pura di passione, quella per la libertà.Tre donne illumina i percorsi nascosti e gli equilibri impossibili del desiderio, li fotografa con un taglio inedito che ne coglie le delicate sfumature in tutte le età della vita. (Prefazione)
Dacia Maraini è autrice di romanzi, racconti, opere teatrali, poesie e saggi, editi da Rizzoli e tradotti in oltre venti Paesi. Nel 1990 ha vinto il Premio Campiello con La lunga vita di Marianna Ucrìa e nel 1999 il Premio Strega con Buio. I suoi ultimi romanzi sono La bambina e il ognatore (Rizzoli 2015) e Tre donne ( 2017).
Il giorno dopo, martedì 13 marzo alle ore 16.30 Nel quinto anniversario del mandato di Papa Francesco, Fabio Marchese Ragona presenterà il libro: ”Tutti gli uomini di Francesco (Edizioni San Paolo)”.