In occasione delle celebrazioni per la  Giornata della Memoria, è andato in scena ieri al Palazzo del Parco di Bordighera lo spettacolo “Ridere rende liberi”, dell’Associazione Liber Theatrum, con la regia di Diego Marangon, direttore artistico della stagione teatrale invernale.

Con uno spettacolo il cui titolo prende spunto dal terribile motto che campeggia simbolicamente ancora oggi sul cancello di ingresso del campo di sterminio di Auschwitz – “Il lavoro rende liberi” – Marangon si confronta con l’aspetto apparentemente e paradossalmente divertente della più grande tragedia umana della storia moderna, chiedendosi se ridere al tempo della Shoah, durante l’Olocausto e prima ancora del genocidio di milioni di esseri umani, si facesse, fosse permesso, fosse lecito.

Il riso quindi come strumento di resistenza, ma anche come mezzo e risorsa cui attingere per esorcizzare la paura e come sfida verso chi pone fine alla vita umana.