Provincia di Imperia
IIS C.Colombo

Attivazione indirizzo “Informatica e Telecomunicazioni” articolazione “Informatica” nell’ambito dell’ordinamento tecnico settore Tecnologico
Attivazione dell’Articolazione “Relazioni internazionali per il marketing” dell’indirizzo “Amministrazione finanza e marketing” nell’ambito dell’ordinamento tecnico settore economico

Il Consiglio regionale nella seduta odierna ha approvato all’unanimità il Piano di dimensionamento scolastico e dell’offerta formativa, già approvato all’unanimità dalla III Commissione. “Sono soddisfatta per l’approvazione unanime di questo Piano – afferma l’assessore Cavo – che traccia l’offerta formativa delle scuole di ogni ordine e grado in Liguria, in tempo utile per le iscrizioni del prossimo anno. Le variazioni più significative riguardano non l’assetto della rete scolastica ma il significativo ampiamento dell’offerta formativa. La più importante novità – spiega l’assessore all’Istruzione e Formazione Ilaria Cavo – riguarda l’aver accolto la sfida di attivare in via sperimentale, già dal prossimo anno, il nuovo indirizzo di istruzione professionale sulla ‘Gestione delle acque e il risanamento ambientale’, con particolare attenzione alla messa in sicurezza e al dissesto idrogeologico, un’area fondamentale per la nostra regione. Il nuovo indirizzo nasce dalla riforma nazionale dell’istruzione Professionale il cui regolamento è stato approvato ieri dalla Conferenza Stato – Regioni. Trattandosi di una novità assoluta, di un indirizzo non riconducibile all’offerta preesistente, abbiamo dovuto fare una corsa contro il tempo per inserirlo in questo piano formativo. L’unica possibilità, visti i tempi stretti, era quella di prevederne un’attivazione in via sperimentale, previo accordo con la Direzione Regionale Scolastica. Abbiamo voluto dare un segnale importante ai nostri ragazzi che potranno scegliere un percorso di studi legato alla protezione e alla tutela del loro territorio. Un obiettivo subito condiviso dall’Ufficio scolastico e dall’Istituto Firpo Buonarroti di Genova, in Valbisagno. E’ qui, in quest’area particolarmente significativa per la sua collocazione, che verrà attivato il corso dal prossimo anno scolastico. La scelta – conclude l’assessore – è coerente con altri progetti per sensibilizzare i giovani ai temi della protezione civile: per i più grandi abbiamo dato la possibilità di prestare servizio civile in Protezione Civile, per i più piccoli (terza media e prima superiore) abbiamo avviato il progetto #imparosicuro (con un incontro al Carlo Felice alla presenza di oltre duemila studenti) per insegnare nelle classi i sistemi di allertamento e le regole di autoprotezione”.
La seconda novità del Piano riguarda l’offerta serale connessa all’offerta carceraria: in questo modo i detenuti che scelgono di studiare da odontotecnico durante il periodo della detenzione potranno completare il loro percorso di studio anche una volta usciti dal carcere grazie all’attivazione di un corso serale presso l’Istituto Gaslini Meucci, nel quartiere di Marassi a Genova. Inoltre sarà attivato dal prossimo anno anche un corso aggiuntivo da ottico così da incrementare l’offerta formativa rivolta ai detenuti, accompagnata anche in questo caso dal corso serale presso l’Istituto Meucci. Approvato anche l’emendamento presentato dal consigliere Vaccarezza per attivazione del nuovo indirizzo ‘Liceo Scientifico delle Scienze applicate’ presso l’Istituto Falcone di Loano.
Per quanto riguarda l’altro aspetto del provverimento varato oggi, ovvero il dimensionamento della rete scolastica, da segnalare, a Genova, l’accorpamento degli Istituti Comprensivi Molassana e Prato in un’unica scuola e il riassetto delle istituzioni della zona ingauna, nel savonese.