Claudio Baglioni, direttore artistico del Festival di Sanremo 1018, rivela: “Avevo paura e per tre volte ho detto di no, alla quarta ho ceduto. Sono stato a Sanremo come ospite due volte, evidentemente non c’è due senza tre. Nel finale di carriera mi sono concesso il lusso di dire sì”.
“Se la Rai ha scelto me è perché ha voluto dare un segno di discontinuità con il passato: sarà un festival 0.0., né nel segno della tradizione, né dell’evoluzione – dice Baglioni all’Ansa – Non sarà un festival vetrina, né provinciale. E il fatto che questa sia l’edizione numero 68, mi riporta a un anno in cui si sognò un mondo più bello e migliore. Spero di andare pochissimo sul palco. Con il passato da chierichetto spero in un ruolo da sacrestano”.