A Imperia si è verificata una frattura probabilmente insanabile tra il sindaco di Imperia Carlo Capacci ed il Partito Democratico. Quattro assessori (Giuseppe Zagarella, Fabrizio Risso, Giuseppe De Bonis e Enrica Chiarini) hanno rimesso il loro mandato al partito e si preparano a presentare una mozione di sfiducia nei confronti di Capacci. Ad incrinare i rapporti nella diatriba Amat-Rivieracqua, per il Pd Capacci non ha tenuto un atteggiamento corretto.