Come ogni anno, la stagione estiva (da giugno ad agosto) è un periodo difficile per quanto riguarda le donazioni di sangue e si caratterizza per una carenza di sangue in molte regioni italiane.
Questa mancanza può mettere seriamente a rischio le terapie salvavita e gli interventi chirurgici programmati e in urgenza. Questo rischio può diventare reale specialmente in estate, nelle settimane a cavallo del periodo di ferragosto, se i ripetuti appelli a donare non trovano una risposta adeguata da parte dei donatori. I dati preliminari raccolti dal Centro Nazionale Sangue confermano che in alcuni giorni del mese di luglio di quest’anno sono mancate su tutto il territorio nazionale fino a 1100 unità rispetto all’anno precedente.
Nel territorio della ASL 1 sostanzialmente la raccolta di sangue aggiornata al 10 agosto scorso è sovrapponibile a quella dell’anno precedente. Tuttavia si rende necessario richiedere uno sforzo ulteriore ai donatori e a coloro che vogliono diventare donatori invitandoli a presentarsi presso il Centro di Immunoematologia e Medicina Trasfusionale dell’Ospedale di Imperia (0183 537.400) o nelle sedi delle Associazioni Volontari Donatori di Sangue (AVDS) di Imperia, Sanremo e Ventimiglia. Tanto è indispensabile per mantenere le scorte di sangue entro limiti fisiologicamente accettabili tali da garantire il supporto trasfusionale a tutte le tipologie di pazienti.
A donatori e alle AVDS rivolgiamo un grazie anticipato fermamente convinti che raccoglieranno questa ennesima sfida e risponderanno positivamente a questo appello come dimostrato in occasione di recenti situazioni di maxi-emergenza verificatisi in alcuni territori del Centro Italia.