A Riva Ligure fervono i preparativi per l’Infiorata del Corpus Domini 2017 e, già da diversi giorni, i maestri infioratori sono alle prese con la raccolta e l’essiccazione di fiori, erbe e vegetali variopinti.
Domenica prossima, infatti, il caratteristico borgo marinaro si vestirà di fiori e di colori: lungo il centro storico, saranno tessuti morbidi e vellutati disegni, splendenti dei più vivi colori, che la natura offre attraverso i fiori. Un’antica tradizione per conferire decoro e splendore ad uno dei momenti più importanti dell’anno liturgico: la solenne processione del Corpus Domini.
Sarà possibile contemplare quadri di arte sacra: un’emozione fortissima, un’esperienza dello spirito difficile da descrivere, un’arte da vivere passeggiando lentamente, ammirando la maestria, il coinvolgimento e la passione che tutti i volontari impiegano nella realizzazione di questa spettacolare manifestazione.
“Devozione e creatività, spiritualità cristiana ed esaltazione: un insieme di passioni che rendono possibile questo apprezzato evento. L’iniziativa – dichiarano il Sindaco Giorgio Giuffra, il Presidente del Consiglio nonché incaricata alle Tradizioni Martina Garibaldi e l’Assessore alle Manifestazioni Francesco Benza – nasce dalla straordinaria dedizione di decine di persone. Da tanti anni, associazioni, commercianti ed intere famiglie si occupano dell’allestimento del centro storico. E’ un grande momento di aggregazione, al quale tutti partecipano spontaneamente, offrendo la propria collaborazione: dai bambini che, con il loro entusiasmo e con la loro voglia di fare, colorano tutto il gruppo, passando per gli adulti e finendo con le persone anziane che, con la loro esperienza, apportano preziosi contributi. A tutti, nessuno escluso, uno per uno, – concludono – esprimiamo la nostra gratitudine.”
L’infiorata – è giusto ricordare – è frutto di un articolato lavoro d’equipe che coinvolge bambini, ragazzi, adulti, anziani, ognuno con un ruolo stabilito: i realizzatori, i disegnatori, gli esecutori posatori, gli addetti alla preparazione della pasta con fondi di caffè.
L’organizzazione dell’evento parte dalla progettazione dei bozzetti con notevole anticipo, le cui immagini sono conseguenti ad una rigorosa ricerca iconografica, ma anche da tanta spontaneità.
Da qualche anno, grazie all’impulso del gruppo “FioRiva”, si è iniziato ad utilizzare una tecnica “mista”: ai fiori si affiancano anche i semi (orzo, riso, avena) che vengono colorati con diverse tecniche sulla base di esigenze cromatiche del quadro. Questa tecnica crea effetti di basso e alto-rilievo di grande suggestione e permette di curare meglio i dettagli e di produrre svariate sfumature che ne migliorano l’effetto finale.
I suggestivi “mosaici” di differenti cromie saranno materialmente realizzati, a partire dalle primissime ore del mattino, lungo il tragitto seguito dalla processione che si avvierà alle ore 21 dalla Chiesa Parrocchiale di San Maurizio.