ARGENTINA 1 (3′ Guidotti) – GHIVIBORGO 0

ARGENTINA: 1.Manis, 2.Garattoni, 3.Guidotti, 4.Bregliano, 5.Tos, 6.Castaldo, 7.Colantonio, 8.Acampora, 9.Lo Bosco, 10.Costantini, 11.Compagno. A disp: 12.Trucco, 13. De Souza, 14.Ferrigno, 15.Crespi, 16.Moro, 17.Celotto, 18.Addiego, 19.Esposito Salsano, 20.Diallo. All: Carlo Calabria

GHIVIZZANO BORGOAMOZZANO: 1.Giusti, 2.Verruschi, 3.Bertolucci, 4.Barretta, 5.Gambadori, 6.Benga, 7.Dabdoubi, 8.Bozzi, 9.Zuppardo, 10.Catanese, 11.Russo. A disp: 12.Leon, 13.Lucarelli, 14.Mei, 15.Safina, 16.Lecceti, 17.Marigliani, 18.Lelli, 19.Giordani, 20.Guastapaglia. All: Carlo Pascucci

DIREZIONE DI GARA: Filippo Prior di Ivrea.
ASSISTENTI: Luca Landoni di Milano e Matteo Poso di Milano

Con il minimo scarto l’Argentina piega un Ghiviborgo in piena zona play out e quindi famelico di punti. Il gol subito: al 3’ con Guidotti bravo a ribadire in porta una ribattuta di Giusti su tiro di Lo Bosco. Passati in vantaggio gli armesi continuano a spingere, sciupando il possibile raddoppio al 22’, quando Costantini si fa parare un rigore fischiato per un fallo su Compagno. Dopo questo episodio si nota una crescita del volume di gioco ospite, che si fa più evidente nei minuti centrali della seconda frazione. La porta di Manis comunque rimane intonsa, con un Ghiviborgo che non si rende mai veramente pericoloso, tanto da non poter rivendicare neppure un tiro nello specchio della porta. Dalla loro i toscani mettono in campo per tutti i 90’ un gioco maschio, se non volutamente falloso.

“Al di la del risultato – spiega mister Carlo Calabria – sono contento della risposta psicologica della squadra, reduce dalla sconfitta di Ligorna, ora siamo a due punti dai play off e dovremo giocarci le prossime due partite come due finali”.

Davanti all’Argentina (che è a pari merito con Unione Sanremo e Real Forte Querceta) c’è la rivelazione Finale a 49 punti, oggi vittoriosi sui biancoazzurri matuziani con doppietta dell’ex Capra.