“Basta morti nei cantieri”. Questa la richieste dei lavoratori dell’edilizia, in sciopero oggi per chiedere più sicurezza sui luoghi di lavoro dopo l’incidente in un cantiere domenica sulla A10, dove un tir ha ucciso due operai e ferito nove persone. I lavoratori chiedono anche l’inasprimento delle sanzioni per chi viola i limiti di velocità in presenza di lavoratori nei cantieri.
“Chiediamo la separazione fisica dei cantieri, non escludendo anche la chiusura della tratta, l’introduzione dello sbandieramento meccanico, l’inibizione dell’attraversamento della carreggiata da parte dei lavoratori e l’introduzione dei tutor di velocità” dicono i sindacati.