Taggia-Questa mattina l’agricoltore Giovanni Marino di Taggia proprietario di un fondo coltivato a ulivi proprio sulla strada che conduce alla discarica in parte espropriato da comune e provincia più di 15 anni fa e non ancora pagato secondo quanto dichiarato dallo stesso Giovanni Marino che questa mattina esasperato è  passato alle vie di fatto bloccando la strada con pali e cartelli proprietà privata fermando i camion dello smaltimento rifiuti. Dopo una trattativa tuttavia la protesta di Marino è rientrata e il servizio di smaltimento dei rifiuti  è ripreso regolarmente.