L’indagine epidemiologica sull’impatto della discarica di rifiuti solidi urbani di Collette Ozotto, tra Sanremo e Taggia, non ha evidenziato nessun rischio per la salute, ma parecchi disagi per i residenti in zona. Tra il 1999 e il 2013 l’incidenza di malattie che hanno comportato il ricovero nelle zone interessate non è aumentata. Come scrive Diego David sul “Secolo XIX” la statistica evidenzia meno 50% di ricoveri legati a malattie del sistema circolatorio, meno 40% per patologie respiratorie e meno 35% di tumori nel confronto con i numeri registrati a Seborga e a Sasso, presi come termini di paragone.