Con un paese in ginocchio per la neve, il gelo e il sisma dove manca il pane e il riscaldamento con duecentoventi aziende agricole andate quasi perdute, con molte denuncie di disservizi, con i soldi donati dagli italiani ai terremotati bloccati nella Tesoreria centrale con il folle divieto di usarli per i soccorsi per vincoli assurdi come la non utilizzazione a fini emergenziali, con errori e ritardi fatali per l’abolizione delle provincie, Alternativa Tricolore Regione Liguria propone il rinvio del Festival di Sanremo e l’immediato trasferimento dei fondi per il suo allestimento e per l’onorario ai presentatori e agli ospiti a favore delle popolazioni terremotate del Centro-Italia.Il rinvio del Festival non sarebbe una grande perdita visto il basso profilo che da tantissimi anni presenta,non più un tempio della canzone italiana ma una “struttura parallela” filogovernativa grazie alla quale vengono sponsorizzate politiche assurde che nulla hanno a che fare con i temi musicali.In un paese civile le emergenze devono essere affrontate con immediata priorità,il ludico passa in seconda fila e non solo la sua attuazione sarebbe una offesa alla dignità di tutti coloro che sulla propria pelle subiscono le conseguenze d questo tragico evento Alternativa Tricolore,al di là di sterili polemiche da “bar dello sport “denuncia ritardi e ommissioni con il Pd che tramite Errani lottizza anche le emergenze,questo lembo di Italia non può essere abbandonato a sé stesso per le solite liti di Palazzo,ma deve sentire che lo Stato è presente. E’ il momento di mostrare sobrietà, rispettando la difficoltà degli eventi, l’impegno delle forze civili e militari che con gravi diffficoltà stanno lavorando e il dolore delle famiglie che hanno perso averi e subito delle perdite.
Segreteria regionale di Alternativa Tricolore Regione Liguria