Si erano fatti avanti in mille per ottenere uno degli 11 posti di lavoro a Rivieracqua, società pubblica che sta acquisendo la gestione del comparto idrico in provincia di Imperia. Oltre 400 persone hanno partecipato alla pre-selezione ed ora sono rimasti in 100. Tra loro non ci sono i due “furbetti del cartellino” che erano tra i 32 licenziati dal Comune di Sanremo per assenteismo e che figuravano tra i candidati. Come scrive Claudio Donzella su “Il Secolo XI” una (per il posto di “esperto amministrativo”) non si è presentata alla pre-selezione, l’altro (per il posto di geometra) l’ha affrontata ma è stato escluso.