A Sanremo la Polizia ha sottoposto a fermo, con l’accusa di tentato omicidio e porto abusivo di arma da fuoco, Davide Ventre, 42enne sanremese. Avrebbe esploso due colpi di pistola calibro 6.35 contro un 31enne tunisino, in rondò Volta, mentre era alla guida della sua Fiat Panda. L’immigrato ferito è un bracciante agricolo incensurato che da anni vive a Sanremo. Un colpo lo ha raggiunto a una mano, un altro ha centrato la portiera. Sulla Panda si trovava un altro immigrato, anch’egli bracciante agricolo. Le indagini sono coordinate dal pm di Imperia Francesca Sussarelli.
Ieri pomeriggio in seguito ad una lite, per una mancata precedenza, tra tre persone che viaggiavano su due auto diverse, eramo stati esplosi due colpi di pistola. Ventre a bordo della sua Smart, avrebbe fatto fermare la Panda con targa francese per poi sparare. Sembra che i due si conoscessero da tempo e che ci fossero problemi tra loro ora al vaglio degli investigatori: la lite potrebbe nascondere un regolamento di conti per un vecchio debito.