Il “Cantico della Bellezza”, seconda rassegna dedicata alla memoria di Valerio Venturi, giornalista e scrittore, giunge domani – sabato 13 aprile – al suo atto conclusivo. Dopo aver parlato di (e ascoltato) strumenti musicali insoliti, accenni ad idealità platoniche e aspetti letterari, il “Cantico” proporrà questa volta il delicato ed importante connubio musica-cinema: questo soggetto fu alla base della tesi di laurea di Valerio, discussa presso la Statale di Milano, e poi edita da Libreria Universitaria di Padova nel 2010 con il titolo “C.A. Bixio, l’attività musicale per l’industria cinematografica”. A partire dalle ore 17 il “salotto” della Biblioteca Civica di Ospedaletti ospiterà un critico musicale giunto da Roma, il giovane Roberto Berlini, già un’autorità in materia di dischi d’epoca e cinema musicale degli anni ’30 e ’40, e il critico cinematografico sanremese Andrea Di Blasio. Entrambi affronteranno alcuni aspetti della figura di Cesare Andrea Bixio, padre delle colonne sonore, autore di brani immortali come “Parlami d’amore Mariù”, “Mamma”, “Vivere”, “La canzone dell’amore”, “Violino tzigano”. Bixio, peraltro pronipote del Generale garibaldino, è stato non solo un pioniere della moderna canzone italiana ma anche della musica per film avendo firmato la prima colonna sonora italiana. A moderare l’incontro e punteggiare di “assaggi musicali” il pomeriggio sarà il promotore Freddy Colt, presidente del Centro Studi Musicali “Stan Kenton” e Accademico della Pigna per la Musicologia. In quest’ultimo incontro, che conclude il “Cantico della Bellezza”, sono ancora disponibili diverse pubblicazioni scritte da Valerio, il suo romanzo “Scheda bianca”, il suo “Testamento spirituale” e alcune nuove opere a cui il compianto giornalista e scrittore aveva collaborato in maniera determinante. L’ingresso è libero. L’iniziativa è stata realizzata dall’Accademia della Pigna in collaborazione con il Comune di Ospedaletti, Assessorato alla Cultura.