Il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Imperia, nel quadro di una intensificazione dei servizi di controllo economico del territorio per la prevenzione e la repressione dei traffici illeciti, ha disposto, nel periodo natalizio appena trascorso, mirati servizi nel settore della “sicurezza prodotti” e del contrasto alle pratiche commerciali operate in violazione del “Codice del Consumo”.
In tale contesto, la Compagnia di Ventimiglia, a seguito di specifiche indagini, ha eseguito negli scorsi giorni un controllo amministrativo nei confronti di un negozio, con sede nel capoluogo intemelio, specializzato nel commercio di articoli per la casa e gestito da un uomo di etnia cinese.
I finanzieri, effettuato l’accesso ed eseguita un’attenta analisi della merce in vendita, hanno individuato oltre 300 giocattoli privi di marchiatura “CE” e delle avvertenze sulla sicurezza previste dalle disposizioni del D.Lgs. 11 aprile 2011 n. 54, nonché circa 7.300 prodotti, costituiti da decorazioni natalizie di vario genere, non conformi alle regole dettate dal “Codice del Consumo”.
I militari hanno quindi contestato al titolare del negozio l’illecito rilevato, sottoponendo a sequestro amministrativo i prodotti rinvenuti ed effettuando poi le previste comunicazioni alla competente Camera di Commercio.
La normativa applicata nel caso di specie è finalizzata a tutelare il consumatore sia sotto il profilo della sicurezza e qualità dei prodotti che con riferimento al diritto di ricevere una informazione chiara e precisa sull’articolo posto in vendita.
L’operazione si inserisce nella costante opera condotta nella provincia di Imperia dai militari delle Fiamme Gialle, a difesa del made in Italy e della sicurezza prodotti, a contrasto delle varie forme di contraffazione e abusivismo commerciale, a tutela degli imprenditori corretti e dei consumatori.