Due astigiani di Nizza Monferrato sono stati arrestati con l’accusa di aver massacrato a botte ed ucciso, a Sanremo, Luciano Amoretti, 76 anni, ex gioielliere. Dopo averlo picchiato a sangue l’avrebbero ucciso con una mazzetta da muratore. Uno dei due, 63 anni, avrebbe confessato l’omicidio compiuto assieme al complice di 50 anni. Determinante, oltre al sistema di videosorveglianza, la testimonianza di un vicino di casa. L’arma del delitto è stata ritrovata sulle rive del fiume Bembo, in provincia di Asti.