A Vessalico, in valle Arroscia, è stato danneggiato l’acquedotto. Il sindaco, Paola Giliberti, ha denunciato ai Carabinieri lo svuotamento, per tre volte in due settimane, delle vasche di accumulo dell’acquedotto e il taglio di una conduttura, rimasta scoperta, che rifornisce il paese. Gli episodi sarebbero doloso. Incomprensibili svuotamenti a singhiozzo della vasca, l’ultimo avvenuto mercoledì scorso, è stata razionata l’acqua, chiudendola dalle 22 alle 6. Non ci sono rotture, né consumi straordinari e neppure sofferenza della sorgente, che possano giustificare un fatto simile-