Il vescovo della diocesi di Ventimiglia e Sanremo Antonio Suetta intervenendo sull’emergenza umanitaria, che da anni vive anche la frontiera a Ventimiglia, ha affermato: “Bene l’accoglienza, ma i migranti vanno aiutati anche a casa loro. Come affermava anche Benedetto XVI prima del diritto a emigrare c’è il diritto a non emigrare, cioè il dovere della comunità internazionale di rimuovere la cause che obbligano chi è disperato a partire. Serve un lavoro serio della comunità internazionale in modo che la guerra, lo sfruttamento, le ingiustizie sociali e la miseria di un Paese si possano superare”.