Le bici potranno andare contromano, indipendentemente dalla larghezza della carreggiata e dall’intensità del traffico, nei centri abitati dove il limite di velocità è di 30 chilometri all’ora. Agli incroci i ciclisti avranno sempre la precedenza e le bici potranno anche circolare sulle corsie riservate ad autobus e taxi. Il nuovo codice della strada, deciso da Lega e Cinque Stelle, cambierà le abitudini in particolare in una città come Sanremo dove la passione per la bici è esplosa grazie alla pista ciclabile, come scrive Giorgio Giordano su “Il Secolo XIX”.