Ci sono più cause che hanno portato un operaio di 47 anni a uccidere la moglie soffocandola con un cuscino mentre era in camera da letto nella loro casa a Boissano (Savona). Nell’interrogatorio di 5 ore è emerso che l’operaio non aveva elaborato il dolore per la morte dei genitori, non era soddisfatto del lavoro e per questo era andato in depressione. C’era anche la gelosia per la donna sposata 13 anni fa. Il rapporto tra i due si sarebbe raffreddato da quando la donna ha cominciato a frequentare il corso per diventare operatrice sanitaria.