Dai dischi… ai dischi, passando per la pittura. E’ un percorso circolare quello di Albert Bomba, dj e pittore che espone in questi giorni, e fino all’11 novembre, allo Spazio Aperto di via Dritta 22, nel centro storico di Bordighera. Titolo della mostra: “Arte in vinile Pop 33°”.
Bomba utilizza vecchi dischi posizionandoli su tele, a loro volte completate con raffigurazioni astratte. ‘Ho voluto – spiega Bomba – far rivivere in qualche modo dischi 33 giri in vinile, evitando che vengano dimenticati. Ho poi utilizzato smalto materico’. Le opere esposte sono una ventina. L’orario è ogni giorno dalle 15 alle 20 e, i festivi, anche dalle 10 alle 13. O, ancora, per orari diversi, su appuntamento telefonando al 3885884253. Bomba da qualche tempo è entrato nella scuderia La Gioia dei Colori, associazione che si prefigge di promuovere l’arte in ogni sua forma. Lo ha voluto a presidente Gioia Lolli.
Albert Bomba è molto conosciuto per le sue molteplici attività. E’ nato a Vienna da padre italiano e madre austriaca. Nel 1970 ha iniziato come dj con serate anche in paesi stranieri. ‘Nel 1987 – racconta – vengo preso da una ispirazione artistica astratta sperimentando, su cartoncini, le mie creazioni con con una tecnica chiamata dripping’. Ciò con affinità alla produzione del famoso americano Jackson Pollock. L’anno scorso ha incontrato il maestro Francesco Mancini, l’inventore della flash-art e caposcuola dell’emozionismo, apprendendo nuove tecniche di pittura e scultura. ‘Sono sempre alla ricerca – dice ancora l’artista – di nuove idee da trasformare in creazioni uniche e originali che trasmettano emozioni della mia anima’.