Questa mattina intorno alle 11, i sommozzatori dei vigili del fuoco sono intervenuti a Portofino, in corrispondenza della Secca Gonzatti per soccorrere dei subacquei in difficoltà.
Uno dei ragazzi del gruppo di 12, residente a Bolzano, durante la fase di risalita ha perso una pinna e, per motivi in via di accertamento, ha pallonato dalla profondità di 20 metri, saltando tutte le fasi di decompressione e la corretta velocità di risalita.
I sommozzatori dei Vigili del Fuoco, che si trovavano in zona, sono prontamente intervenuti issando a bordo il ragazzo e somministrandogli ossigeno. Nel frattempo sono partite le ricerche del resto del gruppo che nei momenti dell’emergenza si erano isolati fra loro. Recuperati tutti, compreso l’istruttore del Diving, ad uno di essi è stato somministrato ossigeno perché in stato confusionale ed affanno.
Di li, con la collaborazione della Capitaneria di Porto giunta nella zona del sinistro, si è fatta rotta verso il porticciolo di Santa Margherita Ligure, dove li attendeva ambulanza e automedica. Il giovane è stato consegnato alle cure dei medici che lo hanno tenuto in osservazione, al momento dello sbarco non ha manifestato sintomi di malattia da decompressione.