Sabato 29 Settembre, alle ore 9.30, presso la SALA dei TIGLI del Comune di Camporosso (loc. Bigauda), si svolgerà l’assemblea generale della SPES, chiamata a rinnovare le cariche sociali per il mandato 2018/2021- Dichiara il Presidente Matteo Lupi: “ci ritroviamo insieme per condividere un bilancio di tre ani di impegno, ma soprattutto, con tanti interlocutori amici, programma un futuro, al servizio di chi più soffre in questa società”-
La Spes è un’Associazione nata nel 1996 su iniziativa di parenti e amici di portatori di handicap. Gestisce due centri diurni socio riabilitativi, uno a Roverino di Ventimiglia ed uno a Bordighera e la Casa Famiglia “Dopo di Noi” a Varase.
Il ruolo delle famiglie nella vita dell’associazione è essenziale, sia per favorire la socializzazione, sia nella promozione di una cultura a difesa dei diritti dei disabili.
Le iniziative dell’Associazione sono molto radicate sul territorio del comprensorio ventimigliese, gli interventi sono collegati in rete con le altre realtà della zona e con i servizi competenti, in particolar modo i tecnici dell’ASL 1.
La Spes ha incorso due progetti finanziati dal Fondo Sociale Europeo, volti al miglioramento delle condizioni socio lavorative di persone con disabilità.

Programma evento:

Ore 9.45 apertura lavori
Saluti del Sindaco di Camporosso Davide Gibelli
Introduzione del Presidente uscente Matteo Lupi
Ore 10: saluti istituzionali
Asl 1 Imperiese
Regione Liguria
Diocesi Ventimiglia Sanremo

Costruire una rete tra scuola e terzo settore
La testimonianza dei ragazzi e degli operatori: assistenza e campagne a tutela dei diritti dei più deboli
Il ruolo dei genitori nell’associazione;
Interdipendenza…il contributo dell’ass. Penelope;
Uno scatto educativo;
Rete d’impresa, rete di relazioni per il bene comune;
Il volontariato: l’esperienza dell’orto sociale
Dibattito

Ore 12.15 ELEZIONE ORGANI SOCIALI

Ore 12.30 CONCLUSIONI di Luciano Codarri

I numeri della SPES:
Utenti in convezione: nr 52
12 in struttura del DOPO di NOI a Varase
11 in centro diurno di Via dei Colli a Bordighera Alta
29 in centro diurno di Roverino
4 persone seguite in percorsi sperimentali di vita indipendente (con fondi regionali)
Soci e familiari iscritti all’associazione: nr 315 di cui 53 volontari attivi
Dipendenti disabili assunti in coop: nr 12