E’ pubblicato nella home page del sito istituzionale del Comune di Sanremo (www.comunedisanremo.it) l’avviso relativo a “Potature siepi e alberature lungo le strade comunali e vicinali. Manutenzioni del verde”.

L’avviso (anche in allegato) ricorda:
1) ai proprietari di aree agricole non coltivate, ai proprietari di aree verdi urbane incolte e di aree industriali dismesse di provvedere con regolarità alla manutenzione del verde, al decespugliamento ed alla rimozione delle erbe secche, di arbusti e di eventuali rifiuti, nel rispetto della normativa vigente in materia di smaltimento dei rifiuti, in quanto ritenuti possibili cause di problemi, sia di ordine igienico-sanitario sia di innesco e propagazione di incendio

2) a tutti i proprietari di terreni e/o aree confinanti con parcheggi pubblici o di uso pubblico, marciapiedi, piste ciclopedonali, strade comunali o vicinali di uso pubblico di provvedere ad effettuare i seguenti interventi:

a) IL TAGLIO DI SIEPI, CANNE, ARBUSTI E RAMI DEGLI ALBERI CHE:
– invadono parcheggi pubblici o di uso pubblico, marciapiedi, piste ciclopedonali, strade comunali o vicinali di uso pubblico, con riferimento ai confini stradali così come definiti dal D.Lgs. 285/1992 e s.m.i. – Nuovo Codice della Strada – e citati in premessa, o che si trovano ad una quota inferiore a metri 4,50 dal piano viabile
– occultano la segnaletica stradale
– creano problemi di visibilità alla circolazione stradale
– non consentono il passaggio pedonale e ciclabile
b) LA RIMOZIONE, NEL PIÙ BREVE TEMPO POSSIBILE, DI RAMAGLIE O ALBERI che, per effetto di intemperie o per qualsiasi altra causa, cadono su parcheggi pubblici o di uso pubblico, marciapiedi, piste ciclopedonali, strade comunali o vicinali di uso pubblico.

Gli interventi di cui sopra dovranno essere eseguiti improrogabilmente entro 30 (trenta) giorni dalla pubblicazione dall’ordinanza all’Albo Pretorio del Comune (qui allegata) e successivamente ripetuti periodicamente almeno due volte l’anno, e comunque ogni qualvolta necessario.
Chiunque viola le disposizioni dell’art. 29 del D.Lgs. 285/1992 e s.m.i. – Nuovo Codice della Strada – è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da € 169,00 a € 680,00.
L’Amministrazione Comunale, previa ingiunzione, si riserva di dar luogo all’esecuzione d’ufficio dei suddetti interventi a spesa degli obbligati, ove non fossero eseguiti.