Nella notte di sabato 1 luglio, 40 migranti sono stati condotti, a sorpresa, nei boschi tra Sanremo e San Romolo.
La scorsa settimana se ne sono aggiunti altri 26. Subito sono sorti problemi di vicinato e di “servitù” per l’acqua (non potabile) che l’ex ristorante fa convogliare dal vicino condominio. “Non è vero che hanno collegato i serbatoi e l’allaccio fognario alla rete comunale” dice ad Andrea Fassione sul “Secolo XIX” l’amministratore del residence Flavio Neuhoff. La cooperativa Caribu replica: “Se ne sta occupando il nostro architetto”.