E’ stata dichiarata la morte cerebrale per il bambino di 6 anni e mezzo lanciato dal padre dalla finestra nel tentativo di salvarlo dalle fiamme, caduto rovinosamente da un telo che avrebbe potuto salvarlo. Grazie all’autorizzazione concessa dalla mamma del piccolo, Vincenza Sansone, ricoverata per alcune fratture all’ospedale Villa Scassi di Sampierdarena, l’equipe di medici del centro trapianti di Genova ha raggiunto il Gaslini per avviare le verifiche propedeutiche agli espianti degli organi. Il padre del bambino, Alessio Fraietta, 49 anni, è ancora ricoverato in condizioni molto gravi nella sala di rianimazione del Galliera.