Ai “furbetti del cartellino” licenziati dal Comune di Sanremo, ora arriva il conto delle spese legali sostenute dal Palazzo Bellevue in sede civile. Gli ex dipendenti sostengono che non hanno i soldi per pagare e chiedono la rateizzazione del debito o il suo scomputo dal Trattamento di fine rapporto. Il Comune ha licenziato 32 persone e ne ha sospese 98. Come scrive Claudio Donzella su “Il Secolo XIX” i giudici hanno condannato i ricorrenti al pagamento alla controparte delle spese legali, quantificate tra i 2.500 e i 3.700 euro.