Nel pomeriggio di ieri, 15 febbraio, personale della Volante della Questura di Imperia è intervenuto in via Diano Calderina dove risultava residente un imperiese allontanatosi da alcune ore.
Un uomo, residente a Torino, nella mattinata di ieri, aveva denunciato la scomparsa del fratello che da diverse ore non rispondeva al cellulare.
Da successivi accertamenti e dalla localizazione del cellulare, è emerso che l’uomo era nelle pertinenze della abitazione della persona scomparsa. Con l’ausilio dei vigili del fuoco, le volanti della Questura hanno effettuato un secondo sopralluogo entrando nell’immobile.
Uno degli agenti, che aveva reperito il numero della utenza, quasi al termine del sopralluogo, ha contattato con il proprio cellulare il numero della persona ricercata. E’ riuscito così ad intercettare, sia pure in modalità vibrazione, lo squillo del cellulare che, al termine dell’accesso, è stato subito acquisito.
Durante il sopralluogo, su impulso della sala operativa, gli agenti sono stati informati di un articolo di stampa con il quale era stata diramata una richiesta di aiuto volta a riconoscere un uomo giunto all’ospedale di Pietra Ligure.
Dopo aver consultato l’articolo pubblicato su un sito di informazione on line, gli agenti della volante hanno riconosciuto l’uomo che stavano cercando di rintracciare.
Da successivi accertamenti e riscontri, sono state appurate le generalità dell’uomo che, allontanatosi dalla sua residenza di Imperia, si era presentato nell’ospedale del savonese in stato confusionale.
L’uomo, 68enne imperiese, è stato raggiunto dai familiari che hanno ringraziato il tempestivo e brillante intervento della Polizia.