Vallecrosia (IM)
Domani, sabato 11 febbraio 2017, nella Sala Polivalente “G. Natta” in via Colonnello Aprosio, 318 a Vallecrosia, alle 17,30 si terrà un INCONTRO PUBBLICO SU ORIENTAMENTO SESSUALE E IDENTITÀ DI GENERE dal titolo “SEI SEMPRE TU” organizzato dall’Ass. Cult. “Il Ponte” in collaborazione con l’A.GE.D.O. Nazionale e con il patrocinio del Comune di Vallecrosia, della Città di Bordighera, della Città di Camporosso e della Città di Ventimiglia.
Può capitare che un giorno un figlio ci dica: “Mamma, papà, sono gay”, oppure un’allieva ci chieda: “Prof, secondo lei sono lesbica?”, o ancora che un amico, una collega, un vicino di casa o la compagna di partite a calcetto ci confidi la propria omosessualità o quella di suo figlio o sua figlia, ed ecco che il più delle volte ci sentiamo le gambe molli, la terra franare sotto i piedi, non sappiamo che cosa dire, come reagire, quali gesti fare.
Ci sentiamo inadeguati ad affrontare l’argomento e temiamo di commettere errori dalle conseguenze devastanti per l’altro e per il rapporto.
Questo incontro si rivolge a tutti gli adulti (ma anche i ragazzi sono graditissimi), che vogliano capire meglio cos’è l’orientamento sessuale (e l’omosessualità) e l’identità di genere e la realtà transgender.
Insegnanti, amici o genitori di un ragazzo o di una ragazza che si sta interrogando sui propri sentimenti e su dove va il cuore e magari è in grosse difficoltà non riuscendo a capire quello che gli sta succedendo e facendo fatica ad accettare e vivere serenamente il proprio orientamento affettivo (e sessuale) “minoritario”. Lo stesso vale per l’identità di genere che connota la relazione con noi stessi. A quale genere mi sento di appartenere? Le persone transgender si percepiscono non in linea con il sesso biologico.
Il percorso di comprensione di se e la consapevolezza spesso hanno bisogno di un periodo anche non breve che può essere complicato dall’ambiente in cui si vive, si studia o si lavora, dalla famiglia non preparata e da una grande quantità di stereotipi e pregiudizi.
Forse non è ancora capitato di incontrare un giovane o una giovane che chiede aiuto su tematiche del genere sorridendo sempre alle battute “da bar” sottovalutando quanto possano far male ma si desidera essere informati e preparati.
Speriamo che quest’incontro ppssa fornire almeno le informazioni di base e gli strumenti utili per poter dare risposte adeguate.

Interverranno:
Enrico Maria Ragaglia
Psicologo e formatore. Lavora con persone LGBT+ in contesti clinici e formativi. Si occupa di formazione, sui temi dell’inclusione e delle identità sessuali, rivolta a colleghi, docenti e altre figure educative. Si interessa dei rapporti tra identità sessuali e identità e credenze religiose.
Coautore del volume “Sei sempre tu”

Fiorenzo Gimelli
Presidente AGEDO Nazionale

L’associazione culturale Il Ponte di Vallecrosia, fondata dal compianto Mac (Giuseppe) Fiorucci, scomparso il 19 marzo scorso, ha deciso, insieme alla famiglia, di portare avanti alcune iniziative per ricordarlo, anche e soprattutto perché condividono in pieno la sua idea che la cultura sia un elemento fondamentale per una società veramente libera.

L’A.GE.D.O. Nazionale Onlus, Associazione di genitori, parenti e amici di persone LGBT è un’organizzazione di volontariato sociale nata nel 1993 come Associazione di genitori di persone omosessuali, allo scopo di aiutare e sostenere quei genitori che vivono uno stato di disagio e di sofferenza quando i propri figli fanno “coming out” e oggi aperta a tutto il mondo LGBT.
È un’associazione senza scopo di lucro, apartitica, antirazzista e pacifista che si impegna a lavorare nel sociale per ridurre e abbattere i pregiudizi, le paure e gli stereotipi relativi all’omosessualità e alla transessualità, con l’obiettivo di educare al rispetto delle persone lesbiche, gay, bisessuali e trans e di intervenire contro ogni forma di discriminazione all’interno e fuori della famiglia. Collabora con le altre associazioni LGBT+ e partecipa al dibattito pubblico in tema di diritti.
Si propone di offrire ascolto e accoglienza alle famiglie, di prevenire il disagio giovanile attraverso un’informazione corretta e la sensibilizzazione del mondo della scuola, delle istituzioni e della cittadinanza ai temi del rispetto di tutte le persone e di tutte le soggettività, nell’ottica della promozione di una cultura dell’accoglienza, della relazione e della valorizzazione delle differenze.
Per l’attività svolta la nostra organizzazione e i suoi volontari hanno ricevuto l’apprezzamento di numerose istituzioni, tra le quali la Presidenza della Repubblica, attraverso l’ex Capo dello Stato, Carlo Azeglio Ciampi.
L’AGEDO, presente su tutto il territorio nazionale con 21 organizzazioni territoriali, è stata fondata da Paola Dall’Orto che il 9 luglio 2015 è stata nominata Cavaliere al merito della Repubblica per la sua attività.