Ventimiglia-Una persona, probabilmente sotto l’effetto di droghe o di alcool, ha aggredito il personale viaggiante di Trenitalia sul treno IC655 Ventimiglia-Milano Centrale. Non è chiaro però dove sia salito l’aggressore. Di seguito una testimonianza di un pendolare che ha assistito “ostaggio” alla scena .

|Da recenti informazioni l’aggressione è avvenuta tra Finale Ligure e Genova dove ad attendere l’aggressore vi erano 8 poliziotti.|

Stamattina IC 655 aggressione al personale viaggiante di Trenitalia (una ragazza ed un uomo) da parte di personaggio italiano forse tossicodipendente??

Minacce gravi ed insulti di ogni genere irripetibili, il tipo ha tenuto in balia della sua follia la vettura sulla quale oltre al sottoscritto viaggiavano poche persone, vista l’ora.

Minacce continue a noi passeggeri che non siamo intervenuti a “difesa” del tizio in escandescenza.

E già perché lui si sentiva in ragione nonostante il casino e quello che ha combinato!

All’arrivo a Genova schierata squadra di 8 poliziotti per bloccarlo!!!

Grande sangue freddo da parte del personale viaggiante che aggredito è riuscito a portare a destinazione il convoglio.

Il pendolare testimone dell’accaduto poi si lascia andare a uno sfogo, più che giusto, vista la decisione di aver tolto la scorta della Polizia ad uno dei treni a rischio di atti criminali ecco le sue parole “È semplicemente VERGOGNOSO da parte di Trenitalia e sopratutto del MINISTRO DELL’INTERNO aver tolto la scorta Polfer a questo treno che peraltro sino ad alcuni mesi fa l’aveva poiché era ed è considerato tutt’ora uno dei treni che viaggiano in Italia più a rischio di episodi criminali!!!!!”