I Carabinieri motociclisti della Sezione Radiomobile della Compagnia di Imperia nella tarda mattinata di ieri sono intervenuti in località Borgo Foce di Imperia in quanto era stata segnalato un furto in atto presso il “lido Tik Beach”.
Il tempestivo intervento dei motociclisti, che non hanno esitato a dirigersi prontamente sul luogo teatro dell’evento delittuoso raggiungendolo in pochi minuti, nonostante fossero dall’altra parte della città, ha consentito di sorprendere l’autore del furto subito dopo aver commesso il reato: si tratta di un giovane residente in Piemonte in trasferta sul litorale ligure, A.V.O., classe ’90, già noto alle forze dell’ordine.
Questi, con l’ausilio di un minorenne – in trasferta pure lui sulla riviera dei fiori – dopo aver danneggiato la porta d’ingresso, si è introdotto all’interno del bar annesso al lido ed ha prelevato beni per un ammontare di 200 euro circa. Per potere perpetrare il furto, i due – il complice è minorenne – hanno cagionato ingenti danni stimati in quasi 4.000,00.
Sono stati tuttavia braccati dai Carabinieri e dai cittadini che non hanno esitato ad allertare le forze dell’ordine sicché non hanno avuto scampo.
Condotti presso la caserma sede del Comando Provinciale per le formalità di rito, il maggiorenne è stato dichiarato in stato di arresto, mentre nei confronti del minorenne è scattata la denuncia in stato di libertà alla Procura dei minori di Genova.
Stamani ha avuto luogo il giudizio direttissimo presso il Tribunale di Imperia: il Giudice, dopo aver convalidato l’arresto, ha disposto la misura cautelare dell’obbligo di dimora nel Comune di Bra (Cuneo) con permanenza in abitazione dalle 19 alle 7.
Il minore è stato consegnato ai genitori in attesa del processo dinanzi al Tribunale dei minori di Genova.