I Carabinieri dell’Aliquota Operativa di Ventimiglia, nel pomeriggio di ieri hanno tratto in arresto un 68enne italiano responsabile della violazione degli obblighi inerenti alla sorveglianza speciale di pubblica sicurezza con obbligo di soggiorno nel Comune di Torino.
L’uomo è stato rintracciato aggirarsi tranquillamente in Via Vittorio Veneto, nel pieno centro cittadino, nonostante gravasse su di lui l’obbligo di permanere nel capoluogo piemontese disposto dal Tribunale di Torino nell’applicazione della misura di prevenzione della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza, un tipo di provvedimento destinato a soggetti particolarmente dediti alla commissione di reati e a condotte di vita ritenute pericolose per la sicurezza pubblica.
I militari sono stati insospettiti dall’atteggiamento furtivo ed evasivo dell’uomo che alla vista dei Carabinieri ha tentato di eludere l’attenzione cercando di allontanarsi. Le ricerche avviate immediatamente ne hanno però consentito il tempestivo rintraccio e il conseguente accompagnamento in caserma.
Dagli accertamenti è stato poi possibile identificare compiutamente l’interessato, gravato da numerosi precedenti per reati contrari alla pubblica decenza, reati contro il patrimonio, la persona e inerenti agli stupefacenti.
L’arresto è stato convalidato questa mattina presso il Tribunale di Imperia, che ha contestualmente disposto il ripristino della precedente misura in attesa del rinvio del giudizio in virtù della procedura di rito abbreviato richiesta dall’interessato.